Malasanità ed Errore Medico

MEDIC

L’Avvocato Emanuele Doria è specializzato nel risarcimento danni da errore medico, risarcimento danni da responsabilità medica.

Tutela le vittime di malasanità o errore medico mettendo a disposizione la propria competenza al fine di valutare preliminarmente la sussistenza dei presupposti per un’azione legale.

Ove necessario, si serve di medici specializzati in medicina legale e delle assicurazioni.

Nel caso in cui la valutazione preliminare abbia esisto positivo, l’Avvocato Emanuele Doria cura l’adozione di tutte le misure necessarie per ottenere il risarcimento dei danni, si occupa dei rapporti con le compagnie assicurative, introduce i giudizi civili e penali che si rendano necessari per ottenere giustizia.

Cliccando sul seguente link potrete accedere al testo integrale della Legge 8 marzo 2017 n. 24 che disciplina la materia della responsabilità medica da malasanità

Di seguito una breve descrizione dei profili fondamentali della materia.

PROFILI SOSTANZIALI

A) la responsabilità della struttura sanitaria è sempre contrattuale.

B) la responsabilità del medico libero professionista -ovviamente- è sempre contrattuale.

C) La responsabilità dell’esercente la professione medico sanitaria dipendente da strutture, pubbliche o private, di regola sarebbe extracontrattuale, tuttavia, ove si provi l’esistenza di un’obbligazione assunta con il paziente tornerebbe ad avere natura contrattuale. Pertanto, ai fini dell’applicazione pratica non sembra cambiare molto rispetto al regime previgente. Infatti, secondo granitica giurisprudenza di legittimità e di merito, il rapporto tra paziente e medico dipendente di una struttura sanitaria ha natura contrattuale (c.d.contatto sociale).

Il Giudice deve determinare l’ammontare del risarcimento valutando la condotta del medico, in particolare, verificando se lo stesso si sia discostato: 1) dalle raccomandazioni contenute nelle linee guida dettate per l’esercizio dell’attività medico-sanitaria; 2) oppure, in mancanza delle suddette, dalle buone pratiche clinico assistenziali (vi è un’esplicito richiamo all’articolo 5 della presente legge e all’articolo 590-sexies del codice penale, introdotto dall’articolo 6 della presente legge“).

Il danno medico dovrebbe essere liquidato in base alle Tabelle del Danno Biologico che il legislatore avrebbe dovuto emanare, con D.P.R., in virtù degli artt. 138 e 139 del Codice delle Assicurazioni Private (CAP: D.Lgs. n. 2009/2005). Ad oggi, come noto, non essendo ancora state emesse dette Tabelle, si continuerà a fare riferimento alle “Tabelle del Tribunale di Milano” secondo  quanto più volte ribadito dalla Suprema Corte di Cassazione.

L’art. 7 dispone quanto segue.

  1. La struttura sanitaria o sociosanitaria pubblica o
    privata che, nell’adempimento della propria obbligazione, si
    avvalga dell’opera di esercenti la professione sanitaria, anche se scelti dal paziente e ancorché non dipendenti della struttura stessa, risponde, ai sensi degli articoli 1218 e 1228 del codice civile, delle loro condotte dolose o colpose.
  2. La disposizione di cui al comma 1 si applica anche alle prestazioni sanitarie svolte in regime di libera professione intramuraria ovvero nell’ambito di attività di sperimentazione e di ricerca clinica ovvero in regime di convenzione con il Servizio sanitario nazionale nonché attraverso la telemedicina.
  3. L’esercente la professione sanitaria di cui ai commi 1 e 2 risponde del proprio operato ai sensi dell’articolo 2043 del
    codice civile, salvo che abbia agito nell’adempimento di obbligazione contrattuale assunta con il paziente.
  4. Il giudice, nella determinazione del risarcimento del
    danno, tiene conto della condotta dell’esercente
    la professione sanitaria ai sensi dell’articolo 5 della presente legge e dell’articolo 590-sexies del codice penale, introdotto dall’articolo 6 della presente legge.
  5. Il danno conseguente all’attività della struttura sanitaria o sociosanitaria, pubblica o privata, e dell’esercente la professione sanitaria è risarcito sulla base delle
    tabelle di cui agli articoli 138 e 139 del codice delle assicurazioni private, di cui al decreto legislativo 7 settembre 2005, n. 209, integrate, ove necessario, con la
    procedura di cui al comma 1 del predetto articolo 138 e sulla base dei criteri di cui ai citati articoli, per tener conto delle fattispecie da esse non previste, afferenti
    alle attività di cui al presente articolo.
  6. Le disposizioni del presente articolo
    costituiscono norme imperative ai sensi
    del codice civile
    . 

PROFILI PROCESSUALI

Sono previste quali condizioni di procedibilità della domanda di risarcimento: 1) l’espletamento della procedura di Accertamento Tecnico Preventivo ex art. 696-bis c.p.c; 2) in alternativa il procedimento di mediazione ai sensi dell’articolo 5, comma 1-bis, del decreto legislativo 4 marzo 2010, n. 28.

Assolta la condizione di procedibilità, la domanda giudiziale va introdotta ex art. 702 bis c.p.c. (procedimento sommario di cognizione).

“Ove la conciliazione non riesca o il procedimento non si concluda entro il termine perentorio di sei mesi dal deposito del ricorso, la domanda diviene procedibile e gli effetti della domanda sono salvi seentro novanta giorni dal deposito della relazione o dalla scadenza del termine perentorioè depositato … il ricorso di cui all’articolo 702-bis del codice di procedura civile”.

 

Studio Legale Avvocato Emanuele Doria specializzato in risarcimento danni da errore medico, risarcimento danni responsabilità medica, tutela da malasanità, assistenza per cause di malasanità, risarcimento danni malasanità, opera principalmente nel territorio della provincia di Frosinone (Arce, Ceprano, Cassino, Frosinone, Ferentino, Sora, Isola Del Liri, Alvito, Posta Fibreno, Casalvieri, Atina, Broccostella, Balsorano, Monte San Giovanni Campano, Castelliri, San Giovanni Incarico, Pico, Pastena, Pontecorvo, Castro Cielo, Castro dei Volsci, Roccasecca, Colfelice, Fontana Liri, Ceccano, Pofi, Ripi Torrice, Arcnara, Alatri, Anagni, Acuto, Veroli, Formia, Gaeta, Sperlonga, Terracina, Monte San Biagio).

 

Per offrirti un'esperienza di navigazione in linea con le tue preferenze, utilizziamo cookies, anche di terze parti. Chiudendo questo banner o proseguendo nella navigazione acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Privacy e Cookies policy.

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close